Università degli Studi dell'Insubria

MAPPA DEL SITO >
HELP >
 

Rinuncia agli studi/decadenza

A.A. 2017/2018 
.
 


RINUNCIA

Gli studenti iscritti all'anno accademico 2017/2018 che rinunciano agli studi in corso d’anno, senza aver sostenuto esami nel corrente anno accademico, sono esonerati dal pagamento del contributo unico, a condizione che la rinuncia sia presentata entro il termine di scadenza del versamento della quota di saldo  (25 maggio 2018).
In caso di rinuncia agli studi presentata oltre tale termine, il contributo unico  è comunque dovuto, oltre agli oneri di mora. 
L'acconto del contributo unico, eventualmente versato entro il 15/12/2017, non sarà restituito.


Sono tenuti al versamento dell'intero contributo unico e dell'eventuale mora gli studenti iscritti all’anno accademico 2017/2018 che rinunciano agli studi in corso d’anno e che nel corrente anno accademico hanno:

  • sostenuto esami, anche con esito negativo (anche prove parziali), purché verbalizzati
  • e/o ottenuto riconoscimento o convalida di attività didattiche formative organizzate dall'Università, con esclusione del superamento del test di verifica della preparazione iniziale di competenza dell'anno accademico 2017/2018.

Per gli studenti iscritti a un anno successivo al primo sono considerati esami dell’anno accademico 2017/2018 quelli sostenuti nel primo appello utile dell’anno accademico 2017/2018.

Gli studenti tenuti al versamento del contributo unico potranno presentare la dichiarazione della condizione economica senza alcun onere aggiuntivo.


RE-IMMATRICOLAZIONE A SEGUITO DI RINUNCIA

Gli studenti rinunciatari, anche presso altri Atenei, che si iscrivono o reimmatricolano presso l’Università degli Studi dell’Insubria, con riconoscimento, previa richiesta, della carriera pregressa, sono tenuti a versare la tassa annuale di ricognizione studi per ogni anno di interruzione successivo a quello di ultima iscrizione, fino a un massimo di cinque anni di interruzione, oltre il contributo di € 200,00 per il riconoscimento della carriera pregressa.

L’importo della tassa annuale di ricognizione studi è quello in vigore all’atto della richiesta di iscrizione o re-immatricolazione.
Le predette disposizioni si applicano anche nel caso di riconoscimento della carriera pregressa ottenuta successivamente alla domanda di re-immatricolazione.


DOCUMENTAZIONE

I documenti da presentare per rinunciare agli studi sono:

Con la domanda di rinuncia agli studi gli studenti interessati possono chiedere la restituzione del diploma originale di maturità o il certificato provvisorio, a suo tempo depositato.

L’atto di rinuncia è irrevocabile e deve essere formalizzato per iscritto in modo chiaro ed esplicito, senza l’apposizione di condizioni o termini; la rinuncia non esclude la possibilità di una nuova immatricolazione, anche al medesimo corso di studio, purché attivato.

 

DECADENZA

Lo studente iscritto ad un corso di studio dell’ordinamento previgente al DM 509/99 o ad un corso di laurea o di laurea specialistica disciplinati ai sensi del DM 509/99, che non sostenga esami di profitto o altra forma di verifica del profitto soggetta a registrazione con esito positivo per otto anni accademici consecutivi o che interrompa o sospenda gli studi per un periodo superiore a otto anni accademici, decade dalla qualità di studente. Le tasse e i contributi pagati non sono restituibili. L’indicazione di studente decaduto viene riportata sulla certificazione degli studi.
Lo studente che sia in debito della sola prova finale non decade.

PER GLI STUDENTI IMMATRICOLATI DALL'A.A. 2013/2014:
Lo studente iscritto ad un corso di laurea o di laurea magistrale disciplinati ai sensi del DM 270/2004 che non sostenga esami di profitto o altra forma di verifica del profitto soggetta a registrazione con esito positivo per cinque anni accademici consecutivi o che interrompa o sospenda gli studi per un periodo superiore a cinque anni accademici, decade dalla qualità di studente. Tale disposizione si applica anche nel caso in cui lo studente sia in debito della sola prova finale.

Non incorre nella decadenza lo studente che, prima di decadere, chieda e ottenga il trasferimento ad altro corso di studio.
 

Lo studente decaduto, anche presso altri atenei, può immatricolarsi nuovamente al medesimo o ad altro corso di studio. A tal fine la struttura didattica competente procede, su richiesta dell’interessato, alla valutazione dei crediti acquisiti nella carriera precedente, previa verifica della loro obsolescenza. In questo caso lo studente deve effettuare i seguenti versamenti:

  • In caso di convalida della carriera pregressa, eventuali tasse di ricognizione (fino ad un massimo di 5 anni) per gli anni accademici in cui lo studente non ha versato alcuna tassa, oltre il contributo di € 200,00 per il riconoscimento della carriera pregressa.
 
[aggiornato il 26-06-2017]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - NUMERO VERDE 800 011 398 - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
Albo On Line | PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI | PRIVACY | ACCESSIBILITÀ | ELENCO SITI TEMATICI