Università degli Studi dell'Insubria

MAPPA DEL SITO >
HELP >
 

Analisi e Gestione della Fauna Terrestre - SCC0326

Corso di laurea magistrale in scienze ambientali - A.A. 2014-15 e A.A. 2015/2016 
.
 

Docente: Adriano Martinoli

 

CFU

SSD

Lezioni

Esercitazioni

Laboratorio

Anno

Lingua

6

BIO/05

48 ore

 

 

I

Italiano

 

 

Obiettivi dell’insegnamento e risultati di apprendimento attesi

Verranno fornite conoscenze relative all'evoluzione storica, ai fondamenti e alle finalitą della gestione faunistica e a concetti necessari quali chiavi interpretative del ruolo della gestione faunistica nei confronti della modificazione degli habitat e della strutturazione di reti ecologiche.

Per quanto concerne il ruolo delle aree protette nella conservazione della fauna verranno esplicitati i criteri di individuazione, le tipologie di classificazione e le normative vigenti, comprese le direttive comunitarie e le convenzioni internazionali sulla fauna. Tra gli aspetti tecnico-metodologici, verranno fornite le basi interpretative per l'utilizzo di strumenti quali protocolli e modelli di valutazione ambientale a scopi faunistici del territorio, introduzioni, reintroduzioni e ripopolamenti, cosi come dei miglioramenti ambientali a fini faunistici. Verranno inoltre fornite le basi di conoscenza relative alle interazioni specie-specie e specie-uomo, in quest'ultimo caso con cenni di educazione ambientale in campo faunistico (aspetti di comunicazione, divulgazione, sensibilizzazione e formazione).

 

Prerequisiti

Conoscenze di Zoologia in particolare dei Vertebrati, di Ecologia generale e di Ecoetologia finalizzate alle determinazioni tassonomiche e alle varie modalitą di interazione specie-habitat. Č infine necessaria la comprensione della lingua inglese da impiegare per la lettura di estratti da pubblicazioni, di testi scientifici e di specifica manualistica.

 

Contenuti e programma del corso

 

Evoluzione storica, fondamenti e finalitą della conservazione delle biocenosi e della biodiversitą

La conservazione della biodiversitą

  • Analisi e conservazione (tutela e gestione) delle biocenosi e della biodiversitą
  • Valori della biodiversitą
  • Perdita di biodiversitą sub-alfa (Riduzione della variabilitą genetica) e piccole popolazioni
  • Dimensione effettiva delle popolazioni
  • Eterozigosi, fitness e inbreeding depression
  • Minima popolazione vitale (MVP), Metapopolazioni e analisi di vitalitą delle popolazioni (PVA)

Le strategie di conservazione nelle aree protette (Parchi e riserve)

  • Criteri di individuazione e tipologie di classificazione a livello internazionale, nazionale e regionale
  • Normative nazionali e regionali sulle aree protette e normative internazionali sulla conservazione ambientale e faunistica

Il prelievo venatorio e di controllo nell’ambito della gestione faunistica

  • Aspetti tecnico-scientifici per la pianificazione faunistico-venatoria del territorio
  • Aspetti normativi nel contesto faunistico-venatorio

Conservazione e gestione delle popolazioni di vertebrati e invertebrati terrestri

  • Principi generali, tecniche e finalitą
  • Gestione, tecniche di rilevamento, monitoraggio
  • Problematiche di conservazione
  • Direttiva CEE 79/409 (Conservazione degli Uccelli selvatici) e Direttiva CEE 92/43 (Conservazione degli habitat naturali…) - Rete Natura 2000
  • Siti di Importanza Comunitaria
  • Zone di Protezione Speciale
  • Valutazione Ambientale Strategica
  • Studi di Valutazione di incidenza

Strategie di gestione delle diverse specie di Ungulati

Aspetti strumentali e teorici dell’indagine faunistica

  • Analisi critica e pianificazione degli interventi di immissione
  • Protocolli e modelli di valutazione ambientale del territorio
  • Le specie invasive e l'impatto sulla biodiversitą
  • Le reti ecologiche e la conservazione delle funzionalitą ecosistemiche
  • Conservazione e comunicazione: la percezione della fauna e le conseguenze sulla gestione

La Convenzione CITES e l'influenza del commercio di animali sulla conservazione e gestione delle specie.

 

Tipologia delle attivitą didattiche

Lezioni frontali con esemplificazioni pratiche. Lo scopo delle esemplificazioni č di sviluppare la capacitą analitica e di comprensione per quanto concerne le specifiche acquisende competenze, valutando la risoluzione di specifiche problematiche gestionali e di conservazione.

 

Testi e materiale didattico

Conservation Biology for All (N.S. Sodhi & P.R.Ehrlich, 2010)

Conservazione della Natura e Gestione delle aree protette. (D. Russo & C. Sulli) Liguori Editore.

Dispense e slides oltre ad eventuali altri sussidi didattici messi a disposizione dello studente dal docente (sul sito e-learning).

 

Modalitą di verifica dell’apprendimento

Prova finale orale. L’esame orale verte su quesiti inerenti al programma del corso per definire la conoscenza e la capacitą di comprensione (25%), la capacitą di applicareconoscenza e comprensione (25%), l’autonomia di giudizio (15%), le abilitą comunicative (15%) e la capacitą di apprendimento (20%) in relazione alle basi teoriche del monitoraggio e della gestione faunistica, anche legate ad esempio concreti di interventi di conservazione.

Verranno inoltre effettuate prove in itinere basate sull'analisi, la comprensione e l'esposizione dei contenuti di articoli scientifici inerenti i contenuti del corso.

 

Orario di ricevimento

Il docente č sempre a disposizione per il ricevimento previo appuntamento via e-mail.

 

 

Calendario didattico e Orario delle lezioni

Appelli d'esame

 
[aggiornato il 02-07-2015]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - NUMERO VERDE 800 011 398 - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
Albo On Line | PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI | PRIVACY | ACCESSIBILITÀ | ELENCO SITI TEMATICI