Università degli Studi dell'Insubria

MAPPA DEL SITO >
HELP >
 

Attestazione ISEE e calcolo ISEEU

  1. Cosa sono l'ISEE e l'ISEEU
  2. A chi rivolgersi per ottenere l'attestazione ISEEU
  3. Guida alla compilazione
  4. Quali sono e dove si trovano i CAAF convenzionati
  5. Termini entro i quali ottenere l'attestazione ISEEU
  6. Conseguenze della mancata presentazione della DSU e della mancanza dell'ISEEU
  7. Come vengono comunicati i dati ISEEU all'università
  8. Disposizioni per la valutazione della condizione economica e patrimoniale degli studenti stranieri
  9. Accertamento della veridicità delle dichiarazioni e sanzioni previste
  10. Normativa di riferimento



1. COSA SONO L'ISEE E L'ISEEU

A decorrere dall'anno accademico 2008/2009, la situazione economica del nucleo familiare degli studenti viene valutata sulla base dell'ISEEU(indicatore di situazione economica equivalente università).
Gli studenti che intendono usufruire della riduzione della seconda rata rispetto all'importo massimo dovranno ottenere l'attestazione ISEEU, entro il 22 febbraio 2012, presentando la dichiarazione sostitutiva unica esclusivamente presso le sedi dei Centri di Assistenza Fiscale(CAAF) convenzionati con l'Ateneo.

Cos'è l'ISEE

L'attestazione ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) è una certificazione prodotta sulla base di una Dichiarazione sostitutiva unicasottoscritta da uno dei componenti del nucleo familiare dello studente da consegnare ad uno dei CAAF convenzionati con l'Ateneo.

L'ISEE è calcolato sulla base della composizione del nucleo familiare, dei redditi percepiti e dal patrimonio immobiliare e mobiliare posseduto da ciascun componente. Per ulteriori dettagli sulle modalità di calcolo e per effettuare eventuali simulazioni si rinvia al sito dell'INPS(scegliere "Simulazione" dal menu di sinistra).

Cos'è l'ISEEU

L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEEche tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal DPCM 9 Aprile 2001:

  • i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%;
  • sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero;
  • lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato tale solo qualora si verifichino le condizioni dello studente indipendente.

Torna su

2. A CHI RIVOLGERSI PER OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISEEU

Per richiedere l'attestazione ISEE ed il calcolo dell'ISEEU lo studente dovrà rivolgersi esclusivamente ad uno dei Centri di Assistenza fiscale(CAAF) convenzionati con l'Ateneo.
I CAAF provvederanno, a titolo gratuito, previo appuntamento, a prestare adeguata assistenza agli studenti nella compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica e a rilasciare l'Attestazione ISEE ed il calcolo ISEEU.

Gli studenti stranieri possono rivolgersi ai CAAF solo se in possesso di codice fiscale. In caso contrario, devono richiedere il rilascio alle competenti sedi dell'Agenzia delle Entrate.

L'Università non svolge alcuna attività di assistenza alla Dichiarazione Sostitutiva Unicae di attestazione dell'ISEEU. Tale servizio è svolto, per conto dell'università, esclusivamente dai CAAF convenzionati.
Al fine di ottenere l'attestazione ISEEU entro i termini previsti si consiglia di rivolgersi ai CAAF con congruo anticipo.

L'attestazione potrà essere rilasciata anche da un CAAF non convenzionato. In questo caso, gli studenti dovranno consegnare l'attestazione ISEEU presso gli sportelli delle Segreterie Studenti, in quanto i CAAF non convenzionati non possono trasmettere i dati all'Università

Torna su

3. GUIDA ALLA COMPILAZIONE

Per compilare in modo corretto e completo la dichiarazione sostitutiva unica occorre disporre della seguente documentazione:

  • Informazioni generali sulla composizione del nucleo familiare dello studente
    • dati anagrafici e codici fiscali di tutti i componenti il nucleo familiare, fotocopia di un documento d’identità del dichiarante, numero di matricola
    • certificazione dello stato di invalidità rilasciata dall’ASL, qualora nel nucleo familiare vi siano soggetti con handicap permanente grave o invalidità superiore al 66%
    Il nucleo familiare è composto dallo studente e da tutti coloro che, anche se non legati da vincolo di parentela, risultano nel suo stato di famiglia alla data della presentazione della dichiarazione sostitutiva unica. Fanno parte del nucleo i genitori dello studente, anche se non presenti nello stato di famiglia, se non legalmente separati o divorziati nonché i figli a loro carico.
    Fanno inoltre parte del nucleo il genitore che percepisce gli assegni di mantenimento dello studente, nei casi di divorzio o di separazione legale nonché eventuali soggetti in affidamento ai genitori dello studente.
    Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
    • residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine;
    • redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7562,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.
    Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.
  • Informazioni generali sulla situazione reddituale dei componenti del nucleo familiare
    • copia dell’ultima dichiarazione dei redditi di tutti i componenti del nucleo familiare, in relazione al momento di presentazione della dichiarazione sostitutiva unica, quando possibile quella relativa all’anno precedente, in caso contrario quella relativa a due anni prima (mod. 730, Unico, CUD, dichiarazione IRAP per gli imprenditori agricoli);
    • copia del contratto di locazione (se la casa non è di proprietà) indicante il canone annuo e gli estremi della registrazione;
    • redditi prodotti all’estero.
  • Informazioni generali sulla situazione patrimoniale dei componenti del nucleo familiare
    • patrimonio mobiliare posseduto al 31 dicembre dell’anno precedente, in relazione al momento di presentazione della dichiarazione sostitutiva, di tutti i componenti del nucleo familiare a titolo esemplificativo: estratti conto depositi e conti correnti postali e/o bancari; titoli di stato, obbligazioni, buoni fruttiferi, certificati di deposito, azioni o quote, partecipazioni azionarie; contratti di assicurazione mista sulla vita e di capitalizzazione da cui risulti l’importo dei premi versati; bilancio di società non quotate, società non azionarie, imprese individuali o documentazione comprovante il patrimonio netto;
    • patrimonio immobiliare posseduto al 31 dicembre dell’anno precedente, in relazione al momento di presentazione della dichiarazione sostitutiva, di tutti i componenti del nucleo familiare: certificati catastali, dichiarazione ICI (ultima presentata), ricevute mutuo da cui risulti il capitale residuo del mutuo;
    • patrimonio mobiliare e immobiliare posseduto all’estero. Il patrimonio immobiliare posseduto all’estero è valutato solo nel caso di fabbricati ad uso abitativo sulla base del valore convenzionale di € 500,00 al metro quadrato.

Torna su

4. QUALI SONO E DOVE SI TROVANO I CAAF CONVENZIONATI

CAAF convenzionati sono:

:Torna su

5. TERMINI ENTRO I QUALI OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISEEU

  • dal 1 agosto 2011 al 22 febbraio 2012 ;
  • dal 23 febbraio 2012 al 23 maggio 2012presentazione dell’attestazione ISEEU direttamente in Segreteria, con il pagamento di una sanzione amministrativapari a € 150,00.
  • dal 24 maggio 2012 al 1 agosto 2012presentazione dell’attestazione ISEEU direttamente in Segreteria, con il pagamento di una sanzione amministrativapari a € 300,00.

Gli studenti che non presenteranno, entro i termini di scadenza, l'attestazione ISEEU dovranno versare l'importo massimodi seconda rata.

Torna su

6. CONSEGUENZE DELLA MANCATA PRESENTAZIONE DELLA DSU E DELLA MANCANZA DELL'ISEEU

Gli studenti che non presenteranno l'attestazione ISEEUentro le scadenze previste dai regolamenti e dai bandi non potranno:

  • presentare la domanda di esonero dalle tassee contributi;
  • presentare la domanda per ottenere la borsa di studio;
  • ottenere il punteggio previsto per il reddito in caso di iscrizione all'albo delle collaborazioni studentesche 150 ore.

Torna su

7. COME VENGONO COMUNICATI I DATI ISEEU ALL'UNIVERSITÀ

Gli studenti che ottengono l'attestazione ISEEU entro il 22 febbraio 2012 non dovranno consegnare alcuna documentazionené comunicare alcun dato alla segreteria in quanto i dati saranno trasmessi direttamente dal CAAFconvenzionato con l'Università degli Studi dell’Insubria.
Oltre tale data e fino al 1 agosto 2012 gli studenti devono presentare l'attestazione ISEEU direttamente in Segreteria Studenti.

Torna su

8. DISPOSIZIONI PER LA VALUTAZIONE DELLA CONDIZIONE ECONOMICA E PATRIMONIALE DEGLI STUDENTI STRANIERI

Gli studenti stranieri devono rivolgersi ai CAAF convenzionatimuniti del codice fiscale e della documentazione patrimoniale e reddituale necessaria.
Per ottenere il codice fiscaledevono rivolgersi alle competenti sedi dell'Agenzia delle Entrate e successivamente recarsi in un CAAF per richiedere l'attestazione ISEEU.

La condizione economica e patrimoniale per gli studenti stranieri non appartenenti all'area dell'Euroè valutata sulla base del cambio medio del 2010.
La situazione economica e patrimoniale del nucleo familiaredeve essere certificata con apposita documentazione rilasciata dalle competenti autorità del Paese in cui i redditi sono stati prodotti e deve essere tradotta in lingua italiana dalle autorità diplomatiche italiane competenti per territorio.

Nei casi di quei Paesi in cui esistano particolari difficoltà a rilasciare la certificazione attestata dalla locale Ambasciata italiana, la stessa dovrà essere rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolariestere in Italia e legalizzata dalle Prefetture ai sensi dell'art. 33, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per gli studenti stranieri provenienti da paesi particolarmente poveri (specificati con decreto del Ministro per l'istruzione, l'Università e la Ricerca Scientifica d'intesa con il Ministro per gli Affari Esteri) la valutazione della condizione economica è effettuata sulla base di una certificazione della Rappresentanza italiana nel paese di provenienza che attesti che lo studente non appartiene a una famiglia notoriamente di alto reddito e di elevato livello sociale.

Tale certificazione può essere rilasciata anche dall'università di iscrizione estera collegata da accordi o convenzioni con gli Atenei o da parte di enti italiani abilitati alla prestazione di garanzia di copertura economica di cui alle vigenti disposizioni in materia di immatricolazione degli studenti stranieri nelle università italiane.

Lo studente è comunque obbligato a dichiarare i redditi e il patrimonio eventualmente detenuti in Italia dal proprio nucleo familiare in base al decreto legislativo 31 marzo 1999, n. 109, come modificato dal decreto legislativo 3 maggio 2000, n. 130.

Per gli studenti svizzeri:

Redditi prodotti in Svizzera da studenti con residenza (del nucleo familiare di appartenenza) in Svizzera.

Tali studenti sono tenuti a presentare ai CAAF convenzionati, presso cui ottenere l’attestazione ISEEU, la “notifica di tassazione”.
Il calcolo per determinare la condizione economica terrà conto della voce denominata “Totale dei redditi”(tutti i dati indicati prima del rigo deduzioni): tale somma dovrà essere maggiorata del 20% della sostanza dichiarata, sia mobiliare sia immobiliare. In assenza di tali informazioni sul modulo della Notifica di tassazione, lo studente è tenuto a dichiarare l'ammontare degli stessi, qualora posseduti: in particolare il patrimonio immobiliare posseduto all'estero è valutato solo nel caso di fabbricati ad uso abitativo sulla base del valore convenzionale di € 500,00 al metro quadrato.

Torna su

9. ACCERTAMENTO DELLA VERIDICITÀ DELLE DICHIARAZIONI E SANZIONI PREVISTE

L’Università degli Studi dell’Insubria effettuerà controlli a campioneai sensi dell’art. 71 del DPR 445/2000, secondo le modalità stabilite dal Consiglio di Amministrazione, sulla veridicità delle dichiarazioni e svolgerà tutte le indagini che riterrà opportune chiedendo informazioni all’Amministrazione Finanziaria, agli Uffici Catastali ed alla Polizia Tributaria.

Qualora, a seguito dei controlli effettuati, si riscontri una difformità della condizione economica tra quanto dichiarato dallo studente e quanto rilevato dalle risultanze degli accertamenti effettuati presso i competenti uffici fiscali, lo studente sarà tenuto a corrispondere la differenza tra la seconda rata risultante dalla verifica e quella dovuta in base all’autocertificazione o attestazione ISEEU, nonché la somma di € 50,00 a titolo di rimborso spese per il procedimento amministrativo espletato.

In caso in cui lo studente estratto per i controlli a campione abbia beneficiato dell’esonero dalle tasse e contributi a seguito di una dichiarazione della propria condizione economica non veritiera la sanzione applicabile è quella prevista dall’art. 23 della L 390/1991.

Torna su

10. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Sito dell'INPS: Informazioni dettagliate sulla disciplina ISEE

La normativa di riferimento è la seguente:

  • Definizioni di criteri unificati di valutazione della situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali agevolate
    • Decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109 modificato dal Decreto legislativo 3 maggio 2000, n. 130

Le disposizioni relative all’applicazione della disciplina ISEE in materia di diritto allo studio universitario sono contenute nell’art. 5 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001 “Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390”

 
[aggiornato il 26-07-2011]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI | PRIVACY