Università degli Studi dell'Insubria

MAPPA DEL SITO >
HELP >
 

Obbligo di residenza

I professori e i ricercatori hanno l'obbligo di risiedere stabilmente nella sede universitaria cui appartengono. Il Rettore, in casi eccezionali ed udito il Senato Accademico, può autorizzare i docenti a risiedere in località prossima, ove ciò sia conciliabile col pieno e regolare adempimento dei doveri d'ufficio.

Il Senato Accademico ha stabilito che l'obbligo di resiedere presso la sede universitaria si ritiene assolto, senza necessità di specifica autorizzazione, qualora il docente risieda nell'ambito del territorio nazionale entro il raggio di 100 km da Varese e da Como a seconda del Dipartimento di appartenenza.
E' esclusa la possibilità di risiedere in stato estero ad eccezione della Svizzera, per vicinanza territoriale, purchè entro il raggio di 100 km da Varese e da Como e a condizione che venga indicato un domicilio in territorio nazionale.

Le autorizzazioni a risiedere in Comuni distanti più di 100 km da Varese e da Como verranno sottoposte al parere del Senato Accademico a condizione che si indichi un domicilio entro l'ambito territoriale consentito e dopo avere acquisito il parere del Dipartimento di appartenza che valuterà in merito alla dichiarazione resa dagli interessati di potere assolvere pienamente e regolarmente ai doveri d'ufficio.


Normativa di riferimento

  • Legge 18 marzo 1958, n. 311 - art. 7
 
[aggiornato il 22-10-2013]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI