Università degli Studi dell'Insubria


 
Attenzione: state visualizzando una versione non aggiornata del sito di Ateneo. Questa versione è intesa come archivio storico aggiornato al 15/11/2017. Visitate il nuovo portale all'indirizzo www.uninsubria.it

Incontro: "Prospettive armoniche. Scienze, musica e arte"

I crocevia della Scienza. Dialoghi tra natura, storia e cultura 
.
 

Medicina, scienze naturali, storia, comunicazione, musica e arte si intrecciano nel ciclo di incontri pensato e voluto dall’Università degli Studi dell’Insubria per la cittadinanza. Cinque incontri tra giugno e luglio, con dieci autorevoli relatori provenienti dall’Italia e dall’estero, sono in calendario a Villa Toeplitz con la copertina: “I crocevia della Scienza. Dialoghi tra natura, storia e cultura”. Gli incontri sono organizzati dal Centro di ricerca sulla Storia della Montagna, della Cultura Materiale e delle Scienze della Terra del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate dell’Ateneo.

Terzo incontro: 4 luglio, ore 15.00 "Prospettive armoniche. Scienze, musica e arte" 

  • Massimo Venuti (Conservatorio “G. Verdi” di Milano) Due prospettive interdisciplinari: musica, astronomia e armonia dell’universo. I concerti silenti dell’arte: Tiziano e Tintoretto. Prendendo spunto da alcuni passi platonici di non facile interpretazione, si può comprendere come il sistema musicale e i rapporti planetari fossero guidati da un’unica visione organica, gravida di conseguenze nelle arti e nella poetica. Quadri pittorici quasi incomprensibili a una visione meramente formale, possono avere una loro spiegazione avvalendosi delle conoscenze musicali e filosofiche dei loro autori

  • Corrado Greco (Università degli Studi dell’Insubria) Recondita armonia. La musica ci parla ancora del mondo e di noi stessi? Molteplici sono le connessioni e gli spazi di confronto tra la musica e la scienza. La scienza ha contribuito alle teorizzazioni della musica occidentale. La musica, da parte sua, si è fatta sempre più scaltra nel servirsi della scienza per smarcarsi dai luoghi comuni della sua origine naturale e dell’attinenza esclusiva alla sfera dell’emotività.

     

    L’ingresso è libero e gratuito e aperto a tutti gli interessati. A ogni incontro seguirà un rinfresco.

Per informazioni:
Francesco Luzzini (francesco.luzzini@uninsubria.it - 0332-218769)

 

 

 
[aggiornato il 20-06-2017]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - NUMERO VERDE 800 011 398 - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
Albo On Line | PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI | PRIVACY | ACCESSIBILITÀ | ELENCO SITI TEMATICI O FEDERATI