Università degli Studi dell'Insubria


 
Attenzione: state visualizzando una versione non aggiornata del sito di Ateneo. Questa versione è intesa come archivio storico aggiornato al 15/11/2017. Visitate il nuovo portale all'indirizzo www.uninsubria.it

Dottorato in Medicina clinica e sperimentale e Medical Humanities

.
 

 

Il corso interdisciplinare mira a fornire le competenze metodologiche per progettare/realizzare attività di ricerca sperimentale e clinica in una prospettiva globale che porti ad approfondire le competenze sugli aspetti etici e deontologici connessi alla ricerca sperimentale di base e applicata alla clinica, in riferimento allo sviluppo storico e filosofico e alle implicazioni sociali e alle ricadute sull’economia, gestione e programmazione sanitaria.
Il corso si articola in 3 curricula formativi differenti e interconnessi, strutturato prevedendo moduli formativi comuni, la cui interdisciplinarietà porterà gli studenti con formazione biomedica ad apprendere gli strumenti dell'analisi sociologica scientifica degli stati patologici per comprenderne il significato sul piano psichico e del vissuto individuale mentre quelli con formazione umanistico-filosofica apprenderanno i presupposti dell'approccio medico convenzionale (aspetti farmacoterapeutici e sua valenza culturale e simbolica). Il programma del corso affronterà temi emergenti ad impatto individuale, collettivo e sociale (innovazione farmacoterapeutica e sua crisi, "disease mongering", impatto sociale della ricerca scientifica, ecc) e promuoverà la formazione di nuove figure professionali nell’ambito sanitario e sociale con formazione clinica e psicosociale sugli aspetti delle “nuove patologie” emergenti (dipendenza da gioco d’azzardo/video games, shopping compulsivo, disturbi della personalità indotti dai mass media).

Denominazione in inglese Clinical and Experimental Medicine and Medical Humanities
Area scientifica: 05 – Scienze biologiche; 06 Scienze mediche; 11 – scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche; 14 – Scienze politiche e sociali.
Settori scientifico-disciplinari: BIO/09, BIO/14, BIO/16, MED/02, MED/04, MED/09, MED/10, MED/17, MED/25, MED/26, MED/38, MED/39, MED/42, MED/43, MDEA/01, M-PSI/08, M-FIL/04, IUS/20, SPS/01.
Indirizzi:
-       Farmacologia e Terapia Sperimentale e Clinica
-       Medicina e Scienze Umane
-       Sociologia e Simbolismo delle Psicopatologie
Coordinatore: Prof. Marco Cosentino - marco.cosentino@uninsubria.it
 

Possono accedere al dottorato tutti i laureati in possesso di laurea magistrale e in particolare i laureati in: medicina e chirurgia, odontoiatria, medicina veterinaria, lettere e filosofia, scienze e tecniche della comunicazione, scienze biologiche, biotecnologie, farmacia, psicologia, chimica e tecnologie farmaceutiche, scienze giuridiche e economiche.

Il possesso di una formazione culturale adeguata e di un percorso personale idoneo a intraprendere il corso di dottorato sarà oggetto di specifica e approfondita verifica e valutazione in sede di ammissione.

Criteri di valutazione per la valutazione dei titoli

- punti 10 per il voto di laurea;

- punti 10 per il curriculum degli studi universitari;

- punti 15 per l’attinenza della tesi;

- punti 15 per pubblicazioni attinenti alle tematiche del corso;

- punti 10 per altri titoli attinenti alle tematiche del corso.

 
I Dottori di ricerca di questo corso possono per occupare ruoli in strutture sia pubbliche che private (ospedali, laboratori di ricerca, aziende private, laboratori di ricerca, centri di counselling terapeutici, consultori). Molti trovano posto negli ospedali ed enti pubblici/privati della nostra zona rispondendo anche all’obiettivo formativo importante dei percorsi di alta formazione post-laurea e cioè fornire al territorio in cui l’ateneo opera personale altamente qualificato e specializzato con lo scopo di aumentare la professionalità e competitività in tali settori.
Gli ambiti principali di occupazione:
* strutture cliniche con particolare vocazione alla ricerca (IRCCS, ospedali universitari),
* istituti di ricerca pubblici e privati operanti in ambito biomedico,
* ASL e aziende ospedaliere, nei settori dedicati al monitoraggio e alla programmazione sanitaria,
* comitati etici per la sperimentazione clinica, preclinica su animali),
* industrie farmaceutiche (ambito clinico e di ricerca di base e applicata),
* istituti e enti che svolgono ricerca nei settori sociale, di marketing e comunicazione con particolare riguardo al settore della salute e della prevenzione di patologie organiche e psichiche, anche emergenti (ad es., gioco d'azzardo, patologie da disadattamento, dipendenze),
* istituti e enti che svolgono attività nei settori sociale quali consultori, centri e comunità di recupero e accoglienza nel settore della salute mentale
* servizi di consulenza etica
 
bando
 
[aggiornato il 29-06-2015]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - NUMERO VERDE 800 011 398 - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
Albo On Line | PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI | PRIVACY | ACCESSIBILITÀ | ELENCO SITI TEMATICI O FEDERATI