Università degli Studi dell'Insubria


 
Attenzione: state visualizzando una versione non aggiornata del sito di Ateneo. Questa versione è intesa come archivio storico aggiornato al 15/11/2017. Visitate il nuovo portale all'indirizzo www.uninsubria.it

Dottorato in Medicina Sperimentale e Traslazionale

.
 

 

Il Dottorato in Medicina Sperimentale e Traslazionale si propone di applicare un approccio interdisciplinare ai problemi della salute umana al fine di trasferire le nuove acquisizioni delle scienze di base alla pratica clinica. E’ questo un processo complesso e difficile. Le difficoltà sono dovute alla complessità dei problemi ed anche alla compartimentalizzazione delle scienze biologiche e di quelle mediche. I Dottorandi dovranno familiarizzarsi con metodiche di approccio interdisciplinare, apprendere la comunicazione tra ambiti scientifici diversi, impegnarsi a trasformare i progressi scientifici delle scienze di base in nuovi metodi per la diagnostica, la prevenzione o la cura delle patologie umane.
Nel Corso triennale di Dottorato, lo studente dovrà acquisire le capacità di svolgere autonomamente uno specifico progetto sperimentale, di impiegare le strumentazioni e le metodiche proprie dell’area di studio prescelta, di applicare gli schemi concettuali e statistici per interpretare i risultati sperimentali, di apprendere i metodi della ricerca clinica al fine di valutare l’efficacia delle procedure diagnostiche, preventive o terapeutiche proposte. Nell’ambito del proprio progetto di ricerca, ciascun Dottorando dovrà essere in grado di individuare collegamenti produttivi tra discipline di base (biologia cellulare, genetica, immunologia, microbiologia, fisiologia, neuroscienze) e condizioni cliniche specifiche.

 
 
Denominazione in inglese Experimental and translational medicine
Area scientifica: 02 – Scienze fisiche; 05 – Scienze biologiche; 06 – Scienze mediche
Settori scientifico-disciplinari: BIO/09, BIO/10; BIO/11, BIO/14, BIO/16, BIO/18, FIS/07, MED/03, MED/04, MED/07, MED/08, MED/11, MED/13, MED/17, MED/33, MED/38,  MED/40.
Indirizzi:
-       Fisiopatologia
-       Immunità e Infezioni
-       Neuroscienze
-       Oncologia
Coordinatore: Prof. Antonio Toniolo – antonio.toniolo@uninsubria.it
 
Requisiti: Possono accedere al dottorato i laureati in Medicina e Chirurgia, Scienze Biologiche, Biotecnologie, Farmacia, Chimica e Tecnologie Farmaceutiche.

Prova orale: I candidati saranno esaminati sui propri interessi scientifici e sulle motivazioni che li hanno indotti a iscriversi al Dottorato in Medicina Sperimentale e Traslazionale. Si valuteranno la solidità del background culturale, con particolare riferimento alle tematiche relative all'indirizzo prescelto, la capacità di discutere le più importanti scoperte degli ultimi decenni in ambito biomedico, le competenze metodologiche e di ricerca, le competenze cliniche e di laboratorio, le motivazioni che li hanno spinti ad affrontare il percorso del dottorato, la conoscenza della lingua inglese.

Il programma di Dottorato è organizzato per addestrare i Dottorandi a:
• eseguire in prima persona progetti di ricerca nel settore prescelto;
• acquisire la capacità di identificare i problemi biomedici importanti e di impostare adeguate procedure sperimentali per affrontarli;
• integrare la propria preparazione teorica e pratica lavorando per 6-18 mesi presso Istituzioni straniere di alta qualificazione;
• interpretare i dati ottenuti, discuterli nell’ambito della letteratura scientifica, preparare presentazioni a congressi e pubblicazioni scientifiche;
• preparare e presentare la propria tesi finale di Dottorato.
I curricula del Dottorato (Fisiopatologia cellulare e d’organo, Immunità e Infezioni, Neuroscienze, Oncologia) si integrano nella finalità comune di creare, attraverso studi nei propri campi specifici  (Experimental Medicine), una sinergia capace di trasferire alla pratica clinica (Translational Medicine) i risultati delle loro indagini. I curricula rappresentano pertanto ciò che permette al Dottorato di “formare ricercatori in grado di svolgere ricerca innovativa con un livello adeguato di specializzazione".
Al termine del processo formativo, il Dottore di Ricerca in “Medicina Sperimentale e Traslazionale” sarà qualificato per inserirsi nel mondo Accademico e Sanitario, in Enti di Ricerca pubblici e privati e nell’Industria.

bando

 
[aggiornato il 29-06-2015]
 
 
Università degli Studi dell'Insubria - Via Ravasi 2, 21100 VARESE - NUMERO VERDE 800 011 398 - P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
Albo On Line | PEC: ateneo@pec.uninsubria.it | NOTE LEGALI | PRIVACY | ACCESSIBILITÀ | ELENCO SITI TEMATICI O FEDERATI